Come funziona il bonus condizionatori 2019?

bonus condizionatori

Come funziona il bonus condizionatori 2019?

Acquistando un condizionatore nel corso del 2019 si potrà godere di un bonus condizionatori che permetterà di risparmiare dal 50% al 65% del prezzo di listino

Vediamo quindi come ottenere il bonus condizionatori, come prima cosa verificate che il vostro acquisto possa rientrare in una di queste tre categorie:

  • Bonus condizionatori con ristrutturazione dell’immobile. Se siete impegnati nella ristrutturazione della vostra abitazione, potete usufruire di uno sgravio fiscale del 50% per tutti quegli interventi legati all’efficientamento energetico della struttura. Tra questi rientra anche l’acquisto di condizionatori, a patto che siano di classe energetica elevata
  • Bonus condizionatori con acquisto di mobili. Il bonus mobili 2019 consente di ottenere agevolazioni fiscali del 50% nel caso in cui si acquistino elettrodomestici con classe energetica A+ (o superiore)
  • Bonus condizionatori con ecobonus. Nel caso in cui si sta sostituendo l’impianto di riscaldamento della propria abitazione è possibile ottenere agevolazioni fiscali dal 50% al 65% per l’acquisto di dispositivi a risparmio energetico. La percentuale di sgravio maggiore, infatti, è garantita a chi sostituirà un vecchio condizionatore o una vecchia pompa di calore con un dispositivo appartenente a una classe energetica superiore.

Bonus mobili ed elettrodomestici che cos’è?

È una detrazione Irpef per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, comprensivo delle eventuali spese di trasporto e montaggio, e deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo. Il pagamento va effettuato con bonifico o carta di debito o credito.

A chi interessa?

Può beneficiare della detrazione chi acquista mobili ed elettrodomestici nuovi nel 2019 ed ha realizzato interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal 1° gennaio 2018.

Quali vantaggi?

Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, è possibile fruire di una detrazione del 50% calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Il limite dei 10.000 euro riguarda la singola unità immobiliare, comprensiva delle pertinenze, o la parte comune dell’edificio oggetto di ristrutturazione. In conclusione, il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto più volte al beneficio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *